Al momento stai visualizzando Scarpe da barca, il grande classico della moda casual

Scarpe da barca, il grande classico della moda casual

Certamente, le scarpe da barca sono delle calzature che non lasciano indifferenti. La scarpa da barca è così: c’è chi la considera irrinunciabile, che si tratti di una tranquilla navigata estiva o di una passeggiata per le vie cittadine, e chi invece la reputa una scapa poco cool. In ogni caso, la scarpa barca è un altro degli esempi della moda casual che, se siete amanti di questo stile di abbigliamento, dovrete considerare di inserire nella vostra scarpiera. In questo articolo proveremo a capire come delle scarpe per barca siano diventate così celebri nel mondo della moda.

Le scarpe da barca, il must have delle calzature

Nell’Olimpo delle scarpe, poche calzature sono riconoscibili come le scarpe da barca. Forse, è per via della pelle scura con cui sono realizzate. Oppure, per via di quei lacci in cuoio, che le rendono assolutamente caratteristiche e diverse da qualsiasi altra calzatura. In ogni caso, una scarpa da barca è in grado di attirare sempre l’attenzione col suo stile elegante e, al contempo, pratico. Il loro look ricorda la bella vita estiva, a bordo di un’imbarcazione oppure a spasso per le vie di qualche località turistica. Eppure, la scarpa per la barca ha una storia caratteristica: scopriamo la loro nascita.

La storia delle scarpe da barca

La nascita delle scarpe da barca ha un’origine ben precisa. È il 1935 e Paul Sperry, appassionato di navigazione e imbarcazioni, si imbatte in un problema di non poco conto. Non è raro, infatti, che i marinai con l’intento di attraversare il ponte, scivolino con conseguenze più o meno gravi. Sperry, al contrario, osserva che il suo cane, anche camminando su una lastra di ghiaccio, non scivola. Così, studiando i cuscinetti della zampa del cane, intaglia una suola di gomma, ottenendo un disegno che è in grado di offrire maggiore aderenza. Non solo, perché proprio grazie all’utilizzo della gomma, e in particolare della gomma bianca, si previene il danneggiamento sulle delicate superfici del ponte di un’imbarcazione.

Nacquero così le scarpe da barca, anche dette scarpe boat shoes, che in breve iniziarono a diffondersi fra le truppe e gli ufficiali della Marina militare statunitense. Di lì in poi, per le scarpe da barca fu un crescendo: le scarpe per la barca, infatti, non fecero breccia solamente fra i militari, ma anche fra i rampolli delle famiglie più prestigiose degli Stati Uniti d’America, portandole così all’interno dei college. A mano a mano, poi, le scarpe da barca si sono sdoganate sempre più, uscendo dalla ristretta cerchia delle famiglie più agiate, per approdare nel mondo della moda casual.

Le caratteristiche delle scarpe da barca

Le scarpe da barca, come detto, hanno un design abbastanza caratteristico, che le differenzia da tutte le altre scarpe. Questo, in larga parte, è determinato dall’impiego della pelle: una scelta non casuale, visto che questo materiale, oltre a offrire traspirazione e comodità, è anche in grado di resistere bene alle intemperie che può riservare il mare. Inoltre, a differenza di una comune calzatura, le scarpe da barca in pelle si asciugano molto più rapidamente rispetto a qualsiasi altro materiale.

Ciò che conta per una scarpa da barca è la suola. L’obiettivo delle calzature, come dimostra la loro storia, è quello di dare stabilità a bordo della nave e di proteggere le superfici più delicate dell’imbarcazione da eventuali danni. Questo è possibile solamente se la suola è realizzata in gomma: la naturale capacità della gomma di offrire il giusto grip, nonché la delicatezza del materiale, renderà queste scarpe adatte a ogni contesto marittimo.

Un dettaglio apparentemente poco importante, ma che invece riveste grande importanza è quello dei lacci. Questi, solitamente, sono realizzati in cuoio, perché questo assicura che si asciughino rapidamente, ma anche che non si sciolgano facilmente quando il mare risulta maggiormente mosso.

Scarpe da barca: con o senza calzino?

Quello delle scarpe da barca con o senza calzino è, con ogni probabilità, uno dei dilemmi più grandi della storia della moda. Da un punto di vista squisitamente tecnico, le scarpe per barca sono state studiate con l’obiettivo di mantenere il piede asciutto. Di conseguenza, non sarebbe necessario indossare dei calzini. Ciononostante, come insegna la moda che ha dilagato nel corso degli anni Ottanta, e che è tornata prepotentemente ai giorni nostri, è possibile indossare le scarpe barca coi calzini. Secondo questa moda, il calzino giusto è quello bianco, ben visibile. Se però non si desidera indossare in maniera troppo evidente i calzini, è sempre possibile optare per dei più discreti fantasmini.

Adesso che conoscete al meglio le scarpe da barca, non vi resta che provare a inserirle nei vostri outfit casual.

Lascia un commento