Al momento stai visualizzando Business casual: la proposta uomo/donna per l’ufficio

Business casual: la proposta uomo/donna per l’ufficio

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Tips
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Fino a qualche anno fa, gli ambienti di lavoro erano abitati da impiegati in giacca e cravatta e impiegate in tailleur. Oggi, evidentemente, gli uffici sono diventati meno formali e, pertanto, la moda casual è sbarcata anche fra le scrivanie. Al punto che, già da qualche tempo, è nato uno stile che declina gli outfit casual verso il mondo business. Stiamo parlando, per chi ancora non avesse capito, del cosiddetto business casual. Più che una moda, un vero moto di ribellione verso l’impostazione rigida dell’abbigliamento di lavoro, formale e ingessato, che ha spostato l’asticella dello stile verso altri lidi. Quest’oggi, quindi, concentreremo la nostra attenzione verso la moda casual business, così da padroneggiare al meglio questo stile.

Alla scoperta del business casual: alla moda in ufficio

Come spesso accade, la moda può essere declinata a seconda della stagione e del genere di chi indossa l’outfit. È per questo che, nel mostrare l’abbigliamento business casual ci soffermeremo sia sulle proposte maschili che su quelle femminili. Il segreto, in un caso e nell’altro, è quello di scegliere dei look business casual equilibrati, che non eccedano mai le logiche degli ambienti di lavoro: l’abbigliamento casual business è pur sempre un abbigliamento che deve mantenere un certo decoro, una presenza piacevole tanto agli occhi del cliente quanto a quelli dei superiori e dei colleghi. Ciò detto, iniziamo dall’abbigliamento business casual uomo e poi ci spostiamo sulle proposte femminili.

L’abbigliamento business casual da uomo

Come detto precedentemente, un tempo l’uomo in ufficio tipicamente indossava giacca e cravatta. Poche le sfumature, una cravatta dalla fantasia più stravagante al massimo. Lo stile business, che in questi anni si è diffuso sempre più, offre invece innumerevoli possibilità di personalizzazione. In altri termini, vestire business casual può essere un modo per offrire un’immagine di sé più alla mano, meno rigida e impostata. La chiave del successo, spesso, in diversi contesti di lavoro. Che significa questo? Significa che il dress code business casual può variare a seconda del contesto lavorativo nel quale ci si trova: ciò che può essere adatto in un certo contesto non necessariamente lo sarà in un altro.

Il business casual, infatti, ha numerose sfumature, che possono andare dagli outfit più propriamente casual a quelli meno informali. Nel mezzo, perfds l’appunto, tutte quelle proposte intermedie che possono essere adoperate per i diversi contesti. Iniziamo dagli outfit meno formale. Un pantalone, magari un pantalone chino, può essere abbinato con una camicia, magari una camicia casual, anche a fantasia. Una proposta semplice, comunque curata e rispettosa dei luoghi di lavoro, ma che non impegna eccessivamente chi la sceglie.

Procedendo verso gli outfit più formali del casual business wear, possiamo prendere in considerazione dei pantaloni meno casual, lasciando naturalmente perdere i jeans, e camicie meno fantasiose rispetto a quelle casual e, magari, monocolore. A questo punto, molto fanno anche gli accessori. Se nella prima proposta possiamo prendere in considerazione anche un semplice paio di sneakers, in questa seconda proposta di business casual outfit andremo nella direzione di scarpe più formali: per esempio dei mocassini o delle semplici scarpe da passeggio.

La terza proposta di casual business outfit è la prima a introdurre la giacca. Non dobbiamo necessariamente immaginare la giacca modello blazer, ma possiamo spaziare anche verso giacche meno strutturate. Ovviamente, in questo caso il pantalone sarà un chino o varianti sul tema, ma comunque si va già verso una proposta più formale. Come prima, comunque, possiamo giocare sugli accessori: le scarpe, per esempio, possono andare in controtendenza, indossando delle semplici sneakers.

La quarta proposta, quella appena prima del business casual più formale, è una proposta che bada alla sostanza. La giacca di questo outfit business casual, a uno o a due bottoni, è sicuramente più formale della proposta precedente. In questo caso, possiamo scegliere colori più vivaci, senza grossi timori. La camicia sarà indubbiamente monocromo, meglio se bianca oppure azzurra, mentre il pantalone tenderà più allo stile classico. Le scarpe, infine, tendono anch’esse al classico: stringate, con fibbia, alla francese, all’inglese, ma comunque meglio se di pelle.

L’ultima proposta, infine, è quella che si orienta più verso la formalità. Attenzione, però: stiamo comunque parlando del business casual, che non prevede una formalità spinta. Niente abiti da cerimonia, ma proposta di outfit che comunque ricalchino i dettami della moda casual. Giacca e pantalone, in quest’ultima proposta, diventano monocromo e dal taglio più classicheggiante. La camicia, al contrario, può anche essere a fantasia, meglio se microfantasie che non danno troppo nell’occhio. Le scarpe, come nella proposta precedente, saranno sicuramente in pelle.

Ovviamente, le varianti sul tema possono essere decine. Possiamo considerare i dolcevita, durante la stagione più fredda, così come lo polo o le T-shirt monocromo, durante quella più calda.

Gli abbigliamenti business casual da donna

Una buona notizia per le donne: il business casual è certamente un proposta di abbigliamento adatto anche a loro, che consente di abbandonare i rigidi schemi dell’abbigliamento da lavoro di un tempo. Le donne in carriera, al giorno d’oggi, hanno la possibilità di smettere i vestiti quasi insignificanti indossati negli anni passati, per accedere finalmente a proposte di stile più colorate e libere. Tutto ciò, ovviamente, non significa perdere in eleganza: anche in questo caso, lo stile casual può essere declinato secondo varie sfumature, da quelle più formali a quelle più casual. Anzi, proprio l’ampia disponibilità di proposte, consente di sfumare ancor più i diversi gradi di formalità. Al punto che, i diversi stili si fondono quasi tra di loro a seconda del capo indossato.

Senza divagare oltre, comunque, la prima proposta di business casual, quella meno formale di tutte. Anche in questo caso, possiamo orientarci verso un semplice pantalone, oppure un’ampia gonna, abbinata a una camicia, meglio se a fantasia. Se scegliamo una proposta di business casual informale, allora possiamo e per certi versi dobbiamo osare. Come per la versione maschile, anche la donna può optare per delle semplici sneakers, meglio se abbinate al pantalone. Per la gonna, invece, possiamo orientarci verso una calzatura aperta, se in estate, oppure uno stivaletto, durante i mesi invernali.

La seconda proposta di business casual femminile scivola, poco alla volta, verso la formalità. Non la tocca ancora, ovviamente, ma si discosta dalla prima proposta. Il tailleur di un tempo, adesso diventa meno impegnativo. Il pantalone, o la gonna, di materiali meno pregiati: i colori restano tenui, mentre la camicetta può essere usata per osare. Le calzature, ancora una volta, giocano un ruolo fondamentale. La scarpa col tacco, questa volta, può essere utilizzata per slanciare la figura, ma anche per dare maggiore eleganza all’intero outfit.

Per la terza proposta, poi, facciamo finalmente uso del blazer. Questo, indifferentemente, può andare a sormontare un pantalone oppure una gonna, naturalmente scegliendo con intelligenza e attenzione materiali, colori e foggia. Una buona soluzione, attualmente molto in voga, è quella di blazers oversize. Questa scelta consente di coprire meglio i fianchi, slanciare la figura e mantenere uno stile comunque elegante. Naturalmente, il blazer potrà essere abbinato con maglioncino, magari girocollo o dolcevita, oppure con camicetta. La scarpa, ancora una volta, vira verso la formalità: spazio alle scarpe col tacco, se preferite, che può anche guadagnare qualche centimetro rispetto alla proposta precedente.

La quarta proposta cambia completamente. Al posto della gonna o del pantalone, così come di maglie o camicie, sceglieremo questa volta un vestito. Starà a noi decidere quanto vorremo rendere questo outfit casual business più o meno formale. Scegliendo fantasie, come quelle floreali o altre, avremo un look certamente più casual. Viceversa, dress business casual monocromo, saranno sicuramente più formali. Se vogliamo aggiungere ulteriore formalità, possiamo anche prevedere un capospalla. A tal proposito, possiamo giocare sui contrasti: un abito floreale, per esempio, potrà essere abbinato a un capospalla monocromo e viceversa.

L’ultima proposta, come prima, è quella più formale di tutte. Il casual business, in questo caso, incontra le logiche della formalità del passato, ma le reinterpreta in chiave moderna. Il tailleur moderno, pur richiamando nelle forme e nei colori le caratteristiche di un tempo, adesso è più morbido. Al posto delle camicetta, possiamo scegliere una T-shirt, magari anche scollata per evidenziare il décolleté. Ovviamente, l’obiettivo è quello di non essere volgari, ma di ricalcare vagamente la scollatura di un abito.

Lascia un commento